Seleziona per visualizzare ... Seleziona per visualizzare ...
Consultazione dello Stato Passivo Tecnico Consultazione dello Stato Passivo Non Tecnico

NOTE ESPLICATIVE

I crediti indennitari da sinistri per garanzie dirette (da riconoscersi al Contraente che coincide con il Danneggiato) sono stati ammessi al passivo con soddisfazione prioritaria ex art. 258, IV comma, lett. a) Codice Assicurazioni sulla base della riservazione della Compagnia Assicurativa.

I crediti indennitari da sinistri per garanzie indirette (da riconoscersi al Contraente Assicurato, che non coincide con il Danneggiato) sono stati ammessi al passivo con soddisfazione prioritaria ex art. 258, IV comma, lett a) Codice Assicurazioni ove l’importo riconosciuto all’Assicurato è risultato  di definitivo accertamento (per sentenze passate in giudicato ovvero per definizioni transattive intercorse).

In assenza di questi elementi di definitività, il credito è stato ammesso al passivo con soddisfazione prioritaria ex art. 258, IV comma, lett a), Codice Assicurazioni, ma con riserva ai sensi dell’art. 96, II comma, n. 1 L.F. condizionatamente alla definitività della pretesa:

  • sulla base delle richieste di ammissione al passivo, ove pervenute ed utilizzate come importo di massima esposizione;
  • sulla base della riservazione della Compagnia Assicurativa, ove le richieste di ammissione non siano pervenute ovvero siano risultate incongruenti.

Il credito è stato iscritto fatte salve le franchigie contrattualmente previste e le scoperture nel pagamento dei premi che saranno dedotte dalla pretesa creditoria al momento dello scioglimento della riserva.

Si precisa che l’iscrizione in stato passivo dell’importo richiesto dai creditori, ove questo non sia ancora stato oggetto di definitivo accertamento, trova la sua giustificazione nell’esigenza di poter procedere in sede di ripartizione parziale all’effettuazione di idonei e prudenti accantonamenti di somme così da poter assicurare, al raggiungimento della definitività della pretesa, le disponibilità liquide per procedere ai riparti anche a favore di questi creditori.

I crediti per ratei premi non goduti a seguito della cessazione delle coperture assicurative sono stati ammessi al passivo con soddisfazione prioritaria subordinata ex art. 258, IV comma, lett. b) Codice Assicurazioni.

Tabella Dettagli Sezionali

Sezionale

Categoria

Note

A

Insinuazioni passivo tecnico integralmente rigettate

 

A.1

Creditori per indennizzi sinistri garanzie dirette

 Soddisfazione prioritaria ex art. 258, IV comma, lett. a) Codice Assicurazioni  (*1)(*2)

A.2

Creditori per indennizzi sinistri garanzie indirette

Soddisfazione prioritaria ex art. 258, IV comma, lett. a) Codice Assicurazioni  (*1)(*2)

B

Creditori per rimborso premi

Soddisfazione prioritaria subordinata ex art. 258, IV comma, lett. b) Codice Assicurazioni  (*3)

C

Imprese di assicurazione in surroga  degli indennizzi integrali corrisposti  su polizze fideiussorie

 Soddisfazione prioritaria ex art. 258, IV comma, lett. a) Codice Assicurazioni 


Legenda provvedimenti standard

Sezionale

Categoria

Note

(*1)

AMMISSIONE DEFINITIVA

Ammesso con soddisfazione prioritaria ex art 258 IV Comma lett.a), cod.ass., a titolo di indennizzo per i sinistri di cui all'elenco allegato, al netto di franchigie e scoperti, oltre interessi di legge a decorrere dal 28 Luglio 2011, da determinarsi in sede di riparto. Escluso il resto.

(*2)

AMMISSIONE CONDIZIONATA

Ammesso con riserva ai sensi dell'art, 96, II comma,n.1.,L.F., condizionatamente alla definività della pretesa, con soddisfazione prioritaria ex art 258 IV Comma lett.a), cod.ass., a titolo di indennizzo per i sinistri di cui all'elenco allegato, al netto di franchigie e scoperti, oltre interessi di legge a decorrere dal 28 Luglio 2011, da determinarsi in sede di riparto.

(*3)

AMMISSIONE DEFINITIVA

Ammesso con soddisfazione prioritaria subordinata ex art 258 IV comma lett.b), cod.ass., a titolo di ratei premio non goduti di cui all'elenco allegato, al netto di franchigie, scoperti e premi arretrati, oltre interessi di legge a decorrere dal giorno successivo alla cessazione della copertura assicurativa, da determinarsi in sede di riparto. Escluso il resto.